La temperatura di colore rappresenta la relazione comparativa di come un foglio di carta perfettamente bianco sarebbe osservato sotto diversi tipi di luce. La sua unità di misura è espressa in gradi Kelvin.

 

Normalmente, si distinguono 3 gruppi di temperatura di colore:

 

  • Luce Calda: (Temperature di colore tra i 2800ºK e 3500ºK). Equivalente alla luce prodotta da lampadine a incandescenza e lampadine alogene.
  • Luce Neutra: (Temperature di colore tra i 3800ºK e 4500ºK) definita dagli esperti come la luce più naturale.
  • Luce Fredda: (Temperature di colore superiori a 5000ºK). Equivalente alla luce di una giornata molto soleggiata o nuvolosa. Uno dei vantaggi della luce fredda è che alla stessa intensità fornisce una maggiore quantità di lumen, la quale genera una maggiore percezione della luminosità.

I display led di bassa qualità hanno temperature di colore fisse, poiché la loro elettronica non consente la loro regolazione. Gli schermi led più avanzati dispongono di sistemi che consentono la calibrazione dell’immagine a temperature di colore da 3.000 K a 6.500 K.

REGOLAZIONE O BILANCIAMENTO DEI BIANCHI E TEMPERATURA DI COLORE

Il bilanciamento del bianco (White Balance, WB) è un controllo di diversi dispositivi di riproduzione d’immagini digitali, il quale serve per bilanciare i livelli di rosso, verde e blu (RGB) in modo che la parte più luminosa dell’immagine appaia bianca e la meno brillante nera. Se realizziamo correttamente il bilanciamento del colore, questi bianchi e neri saranno puri, non avranno cioè, nessun colore dominante. In caso contrario, i bianchi avranno una dominante bluastra nel caso in cui i Led tendano a temperature di colore freddo, o giallastri se tendono a temperature di colore calde.