glossario

QUALE FUNZIONE SVOLGONO GLI ALIMENTATORI NEI DISPLAY LED?

Gli alimentatori regolano il flusso di corrente elettrica che alimenta il display Led. In questo modo, trasformano la corrente con una potenza standard di 220-110 V in livelli di tensione e potenza adeguati per il funzionamento dello schermo. In ogni telaio o cabinet troverai diversi alimentatori che ricevono ed emettono corrente elettrica attraverso i loro terminali di connessione.

QUALI SPECIFICHE TECNICHE POSSIEDONO GLI ALIMENTATORI PER GLI SCHERMI LED?

L’elettronica dei pannelli Led è delicata, quindi è necessario utilizzare alimentatori specifici affinché tutti i suoi componenti non siano danneggiati e possano durare per molti anni. Scegliamo gli alimentatori in base alla potenza offerta. Essa viene misurata in Ampere (A): maggiore è questo valore e maggiore sarà la potenza dell’alimentatore. Per conoscere il valore equivalente in Watt (w), è necessario moltiplicare gli Ampere per il valore della tensione d’uscita dell’apparato elettrico. In altre parole, se l’alimentatore offre 40 A per un tensione d’uscita continua di 5 volt, la potenza che offrirà questo apparato sarà 40A x 5V = 200w. Generalmente, un alimentatore di un display led deve soddisfare una serie di requisiti:

 

– Uscita stabilizzata 5V DC

– Ingresso da 110-220V CA

– Uscite di 5V CC suddivise in due o tre uscite.

– Potenza totale tra 200-450 W

– Ampere d’uscita tra 40-60 A

– Certificazioni di produzione CE

 

Esistono molti produttori di alimentatori per display Led. Anche se negli ultimi 10 anni l’evoluzione tecnica è stata minima e la maggior parte dei produttori propongono gli stessi componenti nei propri apparati, nel mercato si sono distinti alcune marche grazie al loro impegno nel marketing e nella promozione.

TERMINALI DEGLI ALIMENTATORI

L (línea): terminale di fase o corrente alternata a 220V – 110V cavo di alimentazione marrone secondo lo standard spagnolo.

N (neutro): terminale neutro di corrente alternata a 220V – 110V cavo di alimentazione blu secondo lo standard spagnolo

Messa a terra: Connessione della rete con il terreno: Cavo giallo o verde (secondo lo standard spagnolo)

V- : uscita corrente continua (polo negativo)

V+: uscita corrente continua (polo positivo)

Nota: a seconda del modello dell’alimentatore, i terminali potrebbero differire per posizione e aspetto.

COME COLLEGARE GLI ALIMENTATORI DEI DISPLAY LED ALLA RETE ELETTRICA?

Ogni telaio del display Led possiede una preinstallazione che interconnette gli alimentatori. In questo modo basta solo collegare un alimentatore di ciascun cabinet alla rete elettrica e anche il resto delle fonti energetiche della struttura inizierà ad essere alimentato. In ciascun cabinet si deve selezionare una fonte facilmente accessibile e collegare i terminali L,N e messa a terra con il cablaggio della propria installazione. Raccomandiamo di utilizzare, se possibile, un apposito quadro elettrico per il display senza raggruppare più di 3 o 4 cabinet per ciascun presa elettrica.

POTENZA EFFETTIVA DI UN ALIMENTATORE

Il valore di potenza di un alimentatore è il valore ideale offerto da una fonte d’energia, anche se in realtà, le fonti offrono valori reali molto più ridotti, definiti come potenza reale o effettiva. Queste perdite di potenza sono dovute a diversi fattori,come la fluttuazione della tensione d’ingresso, le correnti parassite e armoniche nella rete, la temperatura ambientale, il carico di lavoro richiesto, ecc… I produttori degli alimentatori di solito offrono, nelle loro specifiche tecniche, dei grafici sull’efficienza rispetto al carico di lavoro della fonte.

COS'È L'EFFICIENZA ENERGETICA DI UN ALIMENTATORE?

L’efficienza energetica è la potenza reale massima che un alimentatore (o fonte di energia) può offrire, rappresentata in %

Le fonti, per ragioni tecniche, hanno “perdite” durante il loro funzionameto e non riescono a offrire tutta la loro potenza in uscita. Cioè, un alimentatore non può dare il 100%. Qui è dove si possono distinguere le diverse qualità presenti nelle fonti: un alimentatore contrassegnato con 350w può avere un’efficienza dell’80% mentre un’altro, sempre di 350w, può averne una del 60%. Quindi è ovvio che, al cospetto delle due fonti di energia, quella che offrirà le migliori prestazioni sarà quella da 80%, anche se le due possiedono la stessa potenza di consumo.

QUANTO È IMPORTANTE L'EFFICIENZA IN UN ALIMENTATORE?

Questo dato è il più importante nella scelta dell’alimentatore adeguato. Le fonti con scarso valore d’efficienza sono più economiche, quindi in un primo momento possono sembrare una buona opzione. Ma al momento del calcolo sull’energia necessaria per alimentare i moduli Led, ci renderemo conto che abbiamo bisogno di molte più unità rispetto all’utilizzo di fonti di energia efficienti. Ciò significa che l’utilizzo di alimentatori efficienti migliora il consumo dei nostri schermi e ne riduce la temperatura interna.

SISTEMI DI RAFFREDDAMENTO NEGLI ALIMENTATORI

Durante il loro funzionamento gli alimentatori elettrici emettono calore, provocato dalle sue componenti quando sono in funzione. Come in ogni componente elettronico, il principale nemico sono le temperature elevate. Per questo motivo sono stati progettati i sistemi di raffreddamento e dissipazione della temperatura. Da un lato, se la fonte di energia ha poca potenza, la stessa aria esterna consente la sua corretta dissipazione. Vengono chiamate fonti di dissipazione passiva e di solito sono utilizzate nei display indoor o per negozi. Gli alimentatori ad alta potenza utilizzano delle ventole che si attivano quando la loro temperatura supera una certa soglia, raffreddando immediatamente le componenti all’interno. Questi sono chiamati alimentatori con sistemi di raffreddamento attivi e solitamente si usano nei display outdoor o con grande luminosità.

PER QUALE MOTIVO È IMPORTANTE UNA BUONA FONTE DI ENERGIA ELETTRICA?

I componenti elettronici di un display led sono piuttosto delicati, quindi l’utilizzo di alimentatori di qualità è fondamentale, poiché non solo convertono la tensione elettrica da alterna a continua, ma anche perché la filtrano e la stabilizzano. Con le fonti elettriche di qualità diamo ai componenti elettronici una maggiore durata ed evitiamo continui problemi di funzionamento.