CALIBRAZIONE DI UNO SCHERMO LED

La calibrazione del colore dei Led è un processo che viene eseguito per garantire la coerenza del colore e della luminosità in tutti i moduli o piastre Led di uno schermo. Negli schermi LED pubblicitari l’uniformità e la stabilità del colore rivestono un’importanza primaria per offrire immagini di qualità.

TIPI DI CALIBRAZIONE DELL'IMMAGINE SUGLI SCHERMI LED

Il processo per rendere i diversi moduli Led uniformi tra loro viene chiamato calibrazione relativa, o uniformità dello schermo.

Al termine del processo di fabbricazione, i buoni produttori di schermi effettuano su ciascuno di essi dei processi di calibrazione prima di consegnarli.

 

Nelle applicazioni professionali, come i display led per i televisori, è importante non solo l’uniformità dell’immagine, ma anche la rappresentazione reale del colore, che deve essere il più fedele possibile alla realtà. Questa è conosciuta con il nome di calibrazione assoluta. Questo processo si traduce in costi più elevati nella produzione di schermi per questo utilizzo, quindi è consigliato solo per usi televisivi o di broadcast di alto livello.

COME SI CALIBRA UNO SCHERMO LED?

Il processo di calibrazione viene eseguito con fotocamere speciali o calorimetri che catturano e misurano uno spettro di luce maggiore rispetto alle fotocamere convenzionali. Queste fotocamere registrano modelli d’immagini predefiniti e un computer analizza in tempo reale le letture della fotocamera per modificare, successivamente, la configurazione individuale dei componenti dello schermo a Led. Questo sistema di camere deve essere accompagnato da un software che interpreta i dati della fotocamera e che deve essere compatibile con le schede dati che sono all’interno dello schermo a Led. In questo modo è possibile riconfigurare le correzioni del colore e della luminosità sull’hardware del display stesso.

UNO SCHERMO LED ANTICO HA BISOGNO DI ESSERE RICALIBRATO?

Con il passare del tempo (anni) e l’aumento delle temperature, i picchi spettrali si ridurranno, si disperderanno e cambieranno a seconda delle diverse lunghezze d’onda. Queste alterazioni causano cambiamenti di cromaticità.

Pertanto, il risultato finale dell’invecchiamento dei Led è una luminosità più bassa, uno spostamento del bilanciamento del bianco e la cromaticità alterata dei colori primari e degli altri colori intermedi.

Realizzare una calibrazione una volta che lo schermo abbia già diversi anni dipende, in termini generali, da una riduzione generale della luminosità. Ecco perché la cosa più consigliabile è acquistare schermi con LED di qualità, poiché questi effetti sono meno evidenti nel corso degli anni e si evitano in parte questo tipo di problemi.